Atei e credenti

Mi son dovuto spesso confrontare con gente atea,

e ogni volta che cerco di far notare che per un credente da fastidio leggere contro le immagine a noi sacre, mi rispondono sempre la più stupida delle scuse,

 

" io che sono ateo mi devo sorbire le immagini dei credenti e non mi lamento mai ora perché ti lamenti"

 

Mi lamento perché l' ateo che non crede in quelle immagine la osserva con lo stesso interesse che osserva un immagine di una fata di un elfo di un tramonto fiorito, senza nessuna emozione e senza emozione non ci si può provare fastidio, passa inosservata e via, mentre per un credente leggere offese contro a ciò che si ama di più a un immagine che si crede fortemente e fastidioso vergognoso, odioso,, non c'è parità nel discorso, io penso che un ateo trova difficoltà nel guardare un immagine sacra perché oltre a non credere in cuor suo ha paura, paura di sbagliare, altrimenti la frase di cui sopra non ha senso.

L' amicizia

In fondo tutti la cerchiamo

 

l' amicizia sincera, quella che ti comprende che ti attanaglia con il suo affetto e ti affonda quando

c' è bisogno,

 

chi non ricorda la favoletta del uccellino?

 

caduto dal albero stava morendo dal freddo, una mucca si avvicino e lo riscaldo con le sue feci, passo un lupo lo tolse dalle feci  e lo ripuli per bene e lo mangio, "morale"

non tutti quelli che ti coprono di merda lo fanno per far del male e non tutti quelli che ti tolgono dalla merda lo fanno per amore

 

ecco l' amico e quello che ti tira merda addosso quando c'è bisogno di farlo e ti pulisce quando deve.

Allora perché quando trovi il coraggio di buttare merda addosso a' amico  per salvarlo, ti ritrovi sempre con un amico perso? io ancora non so rispondermi.

 

2 novembre onoriamo i defunti.

Nostro dovere onorare i defunti, il 2 novembre ricordare in modo particolare i nostri cari, e doveroso da parte nostra, bisogna approffittare di questo giorno per visitare i nostri cari trapassati.

Onoriamo i defunti...  ( Una volta ...)

 Oggi e diverso oggi i defunti non si onorano più, oggi si va al cimitero, come andare  a casa di un amico, si passeggia per il viale del cimitero  come si passeggia in villa, al cell, fissando appuntamenti organizzando serate, qualche risatina, magari mentre passi vicino a un loculo dove una vedova un figlio un padre ha perso da poco il suo caro, noi continuiamo la nostre felice conversazione fregandocene pienamente del dolore altrui, ho visto persone appoggiate a un simbolo religioso fumare e parlare al cell con la stessa disinvoltura che viene usata a un tavolino da bar, mamme che lasciavano giocare i proprio figlioletti mentre erano impegnate a dialogare con la vicina di tomba, quando poi vai a fargli notare che il comportamento dei propri bambini e inadeguato al luogo in cui si trovano che il cimitero non'è il parco giochi dei bambini e gli stessi bambini devono capire già da piccoli cosa è il rispetto per i defunti e per le lacrime altrui, le mamme rispondono che sono bambini che si deve aver pazienza.

Io ne ho tanta di pazienza, a lavoro, a casa, al parcheggio quando sto parcheggiando e il furbo di turno con una sterzata azzardata mi ruba il posto, con la vicina che stende il bucato e mi fa una doccia gratuita, non posso aver pazienza anche quando vado al cimitero, almeno quel posto vi prego non contaminatelo.

Perché rubare fiori da un loculo per adornare il nostro? Cosa volete che importa ai nostri cari di avere dei fiori su una fredda lapide, non e meglio avere ancora affetto nel cuore verso di loro che stupidi fiori, perché quando si spazza nel nostro spazio, dobbiamo sempre buttare lo sporco alla tomba del vicino? Il nostro defunto merita più rispetto del altro?.

 

abbiamo perso il rispetto anche della morte, siamo stati bravi anche in questo, altro meraviglioso passo avanti del vivere civile.

Odio le stupidate virtuali, ( L' amore virtuale, ma vaff...)

l' amore si può incontrare in web, l' amore si può vivere nel virtuale, l' amore si può vivere tra una fredda tastiera,

 

ma per cortesia smettiamola,

 

Io posso anche essere d' accordo sul fatto che l' amore si può incontrare sul web, posso anche essere d' accordo che sul web puoi incontrare la persona che ti fa ribattere il cuore, ma non comprendo come si possa dire un ti amo senza neanche conoscere una persona, solo con qualche chiacchierata in cam e qualche email scritta, ma davvero siamo arrivati a tanto?.

 

C' è gente che è capace di mandare a quel paese moglie\marito e figli per una cam e qualche email addirittura che grida ai quattro venti ( io l' amo), ragazzi ci vuole un po' di razionalità, ma davvero abbiamo perso il vero significato della parola, ti amo, siamo arrivati a questo punto?, ormai il virtuale vince di gran lunga sul reale?, c 'è persino chi preferisce il sesso virtuale a quello reale, mi vien da ridere dalle seghe mentali siamo arrivati alle seghe virtuali, proprio in questi giorni mi sono imbattuto in una storia di amore virtuale, che ha del in verosimile, due persone adulte con tanto di figli, incominciano a parlare in chat, dopo due giorni vola il primo ti amo dopo altri due giorni si fanno progetti dopo 10 giorni vogliono dividersi dai propri cari per unirsi, tenendo presente che. non si conoscono caratterialmente, non conoscono minimamente la loro vita privata, non sanno nulla dei loro sogni, non conoscono i loro progetti, conoscono solo quelle cazzate che si scrivano quando conosci una persona in chat, ora ditemi ma e possibile tutto ciò?.

 

Io non credo a questo, io posso anche desiderare l amore a tal punto che appena mi si presenta l' occasione grido un ti amo cosi forte che racchiude dentro tutto il bisogno di essere amato, ma prima di fare un passo prima di dare una svolta alla mia vita prima di abbandonare figli e quotidianità, devo ponderare bene, conoscere chi sei cosa fai cosa vuoi e cosa cerchi, devo sapere che tra le tue braccia troverò quello che cerco, e devo esserne certo del tuo amore, e non solo tra le fredde pagine di una chat,

 

quando queste regole vengono ignorate e mi si parla di amore solo per qualche chat o qualche cam io sorrido e dico : l' amore virtuale? ( ma vaffanculo)

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    lino.cicchelli@libero.it (lunedì, 25 aprile 2016 11:29)

    Buongiorno, Massimo , avrei bisogno di un informazione,cliccando sull' icona a sx del prog. vanbasco ci sono delle impostazioni, cosa mi manca di capire - come posso far partire in automatico una canzone dalla playstil e dare un tempo di ritardo da es: 5 sec. tra la prima e la seconda ecc.. per l' esecuzione della canzone.
    Una volta salvate le basi midi e kar, su usb si possono programmare ton- vel ecc. su questa penna in modo che partono automaticamente, senza riprogrammarle ? in attesa
    GRAZIEEEE

Contatore utenti connessi
aiutami a crescere clicca su----> la mia pagina di----->
sito amico----->