CONDIVIDI

Giuda Audacity

Fonte  Teo  da  Answers

 

Audacity è un software Open Source rilasciato con licenza GNU General Public License. Il suo scopo è imitare in tutto e per tutto i più grandi programmi di registrazione, mixaggio e modifica suono, e in questo scopo ci riesce anche molto bene grazie ai numerosi collaboratori che partecipano al suo progetto. Nella versione corrente si può fare di tutto a livelli di Audio Editing, potendo lavorare su numerosissimi tipi di formati audio.
Installazione

Per procedere scarichiamo il file d’installazione dal sito ufficiale http://audacity.sourceforge.net/ e scompattiamolo. Essendo il programma non da installare ma solo da eseguire possiamo copiare la cartella di nome “Audacity” direttamente nella directory “Programmi” del vostro PC, e poi procedere creando un collegamento sul desktop all’eseguibile “audacity.exe”.


Primi passi

Una volta eseguito la prima volta il programma vi dovrebbe chiedere la lingua; selezionate Italiano (o comunque quella di vostro gradimento), e procedete: dovreste trovarvi in una finestra vuota, con molti strumenti ed opzioni.
Registrazione da microfono

Se il vostro scopo è quello di registrare semplicemente da un microfono, collegato all’apposito jack al computer, dovete selezionare come fonte di registrazione “Microfono” dal menu a tendina, come nell’esempio:
http://www.assistenzafree.com/images/sto…

Image

Una volta selezionata la fonte, per iniziare una registrazione basta ciccare sul pulsante col pallino rosso (appunto quello di registrazione): se tutto funziona correttamente, e il microfono è ben collegato, parlando ad alta voce dovreste vedere delle “forme” blu disegnarsi mano a mano che parlate sul monitor; è la vostra voce!
Per fermare la registrazione premere Stop, e per riascoltare la traccia audio appena registrata mandare il cursore ad inizio file (premendo il pulsante con la doppia freccia a sinistra) e fare Play.
Esplorando nella voce di menu “Effetti”, troverete diverse funzioni molto carine per modificare la voce, ma questo argomento lo si affronterà più avanti.
Registrazione mix wave in uscita

Vi sarete chiesti, scegliendo prima il microfono cosa sia mai il “Mix wave in uscita”; la parola sembra complicata, ma con una breve analisi tutto si può comprendere:
Mix: unito, mixato
In uscita: il suono “che si sente dalle casse”
In fin fine questo termine significa: “Tutto l’audio mandato in output (ciò che sentiamo) dal computer, il tutto unito”
Questo può tornar utile quando si vogliono registrare conversazioni vocali via internet, oppure per esempio spezzoni audio di film, e molti altri utilizzi utili. Va però chiarito che la registrazione non consentita di opere coperte da diritti d’autore è illegale, dunque si è invitati ad usare in modo lecito questa funzione.
Registrazione da lettore CD

Si tratta di una cosa molto simile al caso precedente, ma questa registrazione è più diretta e dunque meno disturbata da possibili suoni che il computer può emettere inavvertitamente durante la registrazione nella modalità precedente. Sono sottintesi gli avvertimenti legati al mix wave in uscita.
Registrazione Line IN

E’ grossomodo l’opposto del mix wave in uscita; la presa Line IN è un’entrata jack posta sul retro del PC, alla quale possono essere collegati lettori CD esterni, mp3, tastiere, ed anche strumenti musicali elettronici quali chitarre, bassi etc…
Questi apparecchi infatti non vanno collegati all’ingresso microfono, dove risultano (nei rari casi in cui funzionano lo stesso) molto frusciati e disturbati, ma all’ingresso Line IN. Regolati i volumi sia da PC che da apparecchio esterno, si può procedere alla registrazione come nei casi precedenti.
Gli effetti audio

Questa voce del menu è una delle cose più affascinanti del programma, infatti permette di fare molte modifiche, a volte per svago, ma anche a livello professionale, che possono risultare veramente realistiche. Prima di applicare qualsiasi effetto bisogna selezionare (trascinando col cursore) la parte di traccia audio sulla quale si vuole effettuare la modifica. Vediamo alcuni effetti:

utilizzare gli effetti

per prima cosa dobbiamo sapere che gli effetti si possono utilizzare solo dopo aver

\ importato un traccia

\selezionato tutta o una parte della traccia

Selezionare una traccia o una parte de essa e semplicissimo,
. Se dovete selezionare un intera traccia è necessario cliccare una volta sola sul pannellino a sinistra di essa e si evidenzierà tutta,
nel caso caso in cui doveste selezionare una sola parte assicuratevi di aver puntato il cursore sul inizio della parte che volete evidenziare e poi trascinate fino alla fine a voi interessata, ora potete usare l' effetto a voi desiderato.

Potete scaricare

 

 Audacity qui

Anteprima
vi dara la possibilità di ascoltare l' effetto per un breve tempo,
Annulla
nel caso non si ha voglia di applicare quel effetto.
Ok
per confermare l' effetto

 

Amplifica

questa è la prima opzione che compare in alto nella sezione effetti, queste effetto viene utilizzato per aumentare il volume della traccia, io lo uso spesso, appena finito di registrare mi ritrovo con la traccia che presenta chiare onde di suono alcune alte altre basse, e proprio queste ultime che mi tocca evidenziare e aumentarne il volume, io uso questo metodo aumentando tutte le barre fine al limite massimo, naturalmente occhio a non cliccare su clipping altrimenti rischiamo di mandare in distorsione la traccia, quindi dopo aver finito il lavoro inserisco play e ascolto il missaggio musica e suono facendomi aiutare dal mixer board che si trova in visualizza, ( ultima voce in basso) le due tracce compaiano in mixer come luce di suono, e da quelle luci posso regolare le tracce aumentando o diminuendo una traccia da far in modo che siano uguali.

 

BassBoost

E molto semplice da utilizzare:
Selezionare la frequenza che desiderate amplificare e agite si incremento da modificare.
Alcuni consigli: immaginate che l ' incremento abbia la stessa funzione del amplificazione ( di cui abbiamo già parlato) solo che in questo caso viene applicato solamente ad un fascio ristretto di frequenze (anziche tutte).
per questo motivo valgono tutte le regole della distorsione menzionate in "amplifica" con la differenza che in questo caso non verrete avvertiti di un eventuale distorsione, solitamente circa 12 dB di incremento sono molti, e porterebbero facilmente alla distorsione, comunque dipende dall' uso che ne dovete fare.

Cambia intonazione

Ha la funzione di alterare la tonalità senza modificare il tempo totale della selezione,
non avete motivi di intimorirvi di fronte a tutti i parametri che vedete nella finestra, diciamo che la barra sopra i pulsanti ( anteprima annulla ok ) racchiude tutte le impostazioni.
Noterete che cambiando posizione il cursore per modificare l' intonazione cambieranno tutti gli altri parametri automaticamente.

Intonazione indica la distanza dal tono iniziale a quello modificato.

frequenza calcola la differenza di frequenza da originale a modificata

percentuale indica la percentuale di modifica tono
in pratica agiscono tutti sulla stessa maniera ma con sistemi di misura diversi.
è come dire che una via lunga 1 chilometro, o 0,62 miglia.
prima ho affermato che tutti i parametri che vedete non devono intimorirvi, ma aggiungo che possono divenire molto utili nel caso per esempio, voi sappiate di dover aumentare di 3 semitoni una selezione quindi vi basterà inserire il numero 3 nella casella semitoni e il parametro saà cosi impostato.
Naturalmente più alto sarà il cambiamento peggiore sarà il risultato.

Importante:
il software non ha limitazioni di impostazioni, nel caso in cui mettiate dei valori esagerati rischiate operazioni lunghe o anche il crash del sistema. ( si blocca tutto)

Cambia tempo

E l' opposto di " cambia intonazione" cioè cambia il tempo totale della selezione ma non l' intonazione.
avete presente l' esempio di chilometri e di miglia? Tutti i parametri che vedete agiscono alla stessa maniera, ma con sistemi diversi.
quindi modificando il cursore sulla barra adibita al " Cambia tempo" modificheremo immediatamente tutti i parametri.

Compressore

Il compito del compressore e quello di ridurre la gamma dinamica.
Il metodo migliore per descrivere l' azione del compressore è con un buon esempio,
prendiamo in considerazione l' eventualità di registrare una conferenza da una certa distanza dal oratore, con un piccolo registratore tascabile: ne possiamo dedurre la pessima qualità della registrazione.
Avremo una voce a volumi molto bassi con rumori di fondo fastidiosissimi.
questo in fase di riascolto rende incomprensibile le parole del oratore e non ci permette di mantenere un volume adeguato per decifrare le parole del discorso.
In questo caso dovremo diminuire queste enormi differenze di volume.
Con l' uso del compressore ogni volta che il suono supererà una sogliola di dB del segnale del suono 8 volume da noi impostata) abbasserà il livello in base al rapporto e al tempo d' attacco.
Il rapporto tra i dB del segnale ( suono) e i dB di uscita della compressione.
Comunque non vi preoccupate non e fondamentale sapere questo se non capite questo lasciatelo a +o- 0,3 secondi l' opzione applica guadagno dopo la compressione non e altro che una normalizzazione la spiegherò in seguito.
A questo punto troveremo che la voce risulterà quasi agli stessi livelli dei rumori quindi potremo impostare il volume senza incorrere ad aumenti brusci di segnale. Applicate una volta in più il compressore di audacity visto che e l' unico effetto poco efficace.

 

Echo

Ha solo due impostazione " tempo di ritardoo" e " fattore di decadimento".
La prima modifica imposta il tempo che intercorre tra il suono originario e l' echo prodotto, mentre il Fattore di decadimento influisce sul tempo di decadimento dell' echo.

Equalizzatore

Non c'è molto da spiegare, questo equalizzatore e grafico si modifica semplicemente cliccandoci sopra.
ogni volta che cliccherete sul grafico si creeranno nuovo segmenti.
le frequenze vanno dalle più basse a sinistra e alle più alte quelle a destra.
Col tasto pulisci tutti i valori a 0 dB.
col tasto carica curva predefinita si possono selezionare le varie curve già impostate del programma, i nomi assegnati sono probabilmente curve di risposta di alcuni microfoni con un pò di pratica imparerete velocemente a utilizzarlo

Fade In Fade aut

Senza Alcuna impostazione, Hanno la funzione di far crescere fade in ( da volume 0 al max) o decrescere fae aut ( da volume max a 0) il suono.
Selezionate la parte a cui volete applicare il fade e cliccate su fade in -aut e l' effetto e inserito.

Normalizza

Normalizzare significa aumentare di volume tutta la selezione fino a quando il suo picco maggiore non sia arrivato ai d<b impostate.
Per esempio: per alzare il più possibile il volume di una traccia senz andare in distorsione useremo la funzione normalizza.
in questo caso possiamo selezionare due opzioni:
Rimuovi ogni spostamento DC; centra la polarità dell' onda sonora; se aumentiamo molto lo zoom sulla traccia, possiamo notare che l' onda sonora ha un andamentosinusoidale verso l' alto e poi verso il basso.
A sinistra della traccia possiamo vedere la numerazione verticale che va da -1a+1.
Al centro abbiamo 1 o 0 quindi rimuovi ogni spostamento DC riporta la sinusoide al centro e rispoetto allo 0.
questa è un opzione che non utilizzerei.
Normalizzare l' ampiezza massimo a - 3 db: Purtropo con questo effetto non c' è la possibilità di normalizzare a 0 dB.
Se avete la possibilità di normalizzare a 0 dB usate l' effetto amplifica, come faccio io si perde più tempo ma si ha un risultato sicuro.

Phaser

Il nome Pasher viene dal dispositivo di spostamento di fase,
perché funziona unendo i segnali fase-spostanti con il segnale originale.
Il movimento dei segnali fase-spostamenti è controllato usando con un oscillatore a bassa frequenza
(LFO). Nella casella fasi selezioniamo il numero di fasi che verrano spostate mentre nella sezione Dry - Wet decidiamo se mixarle poco (Dry) o molto ( Wet) con il segnale originale.
frequenza LFO e la velocità con cui le fasi verranno spostate.
Inizio fase LFO e in grado di partenza dell LFO:
La profondità è l' altezza dell LFO.
Feedback imposta la percentuale di risonanza.
se ci smanettate un pò imparerete presto.

REVERSE
La selezione verrà riprodotta al contrario

Rimozione rumore

Questo effetto e ideale per rumori di fondo costanti come per esempio quelli provenienti da registrazioni su nastro, ronzii, ecc..
La rimozione del rumore e un processo e diviso in due tappe.

1 selezionare una parte del rumore che avete intenzione di eliminare. Poi andate su Effetti- rimozione rumore e dai profilo a rumore.
Audacity memorizza il suono che volete eliminare, in modo da riconosce che cosa filtrare.

2 selezionate tutta la parte audio da cui desiderate rimuovere il rumore, tornate su effetti - rimozione rumore e scegliete quanto rimozione applicare.
Potete ascoltare un anteprima e se il risultato e quello che cercavate cliccate su rimuovi il rumore
e il gioco e fatto.

Bisognerà attendere qualche istante prima che l' operazione finisca.
La rimozione del rumore provoca solitamente una certa distorsione al suono originale.
Ciò e normale e non c' è niente che si possa fare per evitarlo.
Con rumori forti o variabili si avranno pessimo risultati.
da notare che se metterete troppa riduzione di rumore avrete quasi sicuramente una distorsione udibile.
Provate a campionare come rumore la parte musicale stessa, selezionate poca riduzione di rumore ed avrete un effetto che potrebbe essere interessante

Ripeti
ripeti la parte selezionata per un numero di volte da definire.
Subito sotto trovate il conteggio del tempo totale ( in secondi) delle ripetizioni che saranno aggiunte.
-------------------------------------------------------------------------
Wahwah
questo effetto utilizza il filtro passa- banda per generare il relativo suono.
Un oscillatore a bassa frequenza (LFO), è usato per controllare il movimento del filtro all' interno dello spretto delle frequenze.
Frequenza LFO e la velocità con cui il filtro verrà spostato di frequenza.
Inizio la fase LFO è il grado di partenza dell LFO.
Profondita è l' altezza dell' LFO in percentuale.
Risonanza è la quantità di risonanza. Ha valori da 0 a 10.
Wah bilanciamento frequenza è la percentuale di mixaggio tra suono originale e Wahwah.

Cross fade in \out

Hanno la stessa funzione del Fade In\out che ho spiegato prima, solo che in questo caso l' incremento o la diminuzione di segnale ha la forma diversa.
Pensate ad una parabola con la pancia rivolta verso l' alto, che parte dal primo punto selezionato e termina nell' ultimo.
se utilizzerete fade in partirà dal basso verso l' alto, mentre il fate out andrà dall' alto verso il basso

Delay

Le sue impostazioni sono:
Decay amountè il decadimento del riverbio

Delay time è il tempo del riverbio

Number of echos è il numero di ripetizioni da creare con un decay amount alto il riverbio svanirà più velocemente. In questo modo il risultato si avvicinerà a quello di un eco.

GVerb

Roomsize (m). Dimensione stanza in metri.
Consiste nel tempo delle prime dimensioni dei suoni.

Reverb time (s) Tempo di riverbio

Damping. Credo che intenda il ritardo delle riflessioni, ( Damping( è un termine usato per indicare dei ritardi che ha un altoparlante durante la riproduzione dei suoni, evito di andare oltre .)

Imput bandwidth Larghezza della banda di imput (?)

Dry signal level ( db) intensità del segnale non riverbiato.

Early reflection level (db) intensità prime riflessioni

Tail level (db)intensità della coda del riverbero.

Fa parte della famiglia di compressori:
questo a differenza del compressore, taglia qualsiasi suono che supera la soglia da noi impostata.
Questo e ottimo per le pessime registrazioni vocali e, in questo caso la sua rivelerà molto più utile del compressore.
Il limiter lo sconsiglio vivamente in ambito musicale, dato che tende ad eliminare la dinamica.
db limit e la soglia dalla quale applicare il limiter.
Wel level è il mix tra il suono effettuato e non. Lo imposterei al massimo.
Residue level Imposta il livello di picchi tagliati da reinserire

 

Hard Limiter

 

Fa parte della famiglia di compressori:
questo a differenza del compressore, taglia qualsiasi suono che supera la soglia da noi impostata.
Questo e ottimo per le pessime registrazioni vocali e, in questo caso la sua rivelerà molto più utile del compressore.
Il limiter lo sconsiglio vivamente in ambito musicale, dato che tende ad eliminare la dinamica.
db limit e la soglia dalla quale applicare il limiter.
Wel level è il mix tra il suono effettuato e non. Lo imposterei al massimo.
Residue level Imposta il livello di picchi tagliati da reinserire

High Pass Filter

E' una semplice passa- alto. Tutte le frequenze, al di sotto di quella impostata vengono tagliate.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Low Pass Filter

Passa-Basso. tutte le frequenze, al di sopra di quelle selezionate, verranno tagliate

 

SC4:

E dura riuscire a spiegare, a chi tenta di imparare come si edita un file sonoro, come si impostano i parametri di questo compressore.
Usate il compressore che ho spiegato prima è più semplice e svolge la stessa funzione ( con meno parametri da modificare, ma vi assicuro che è più che sufficiente

 

Tremolo

semplicemente abbassa e alza il volume in base alla velocità dell LFO.
Wetness è il mix tra l' effetto e il suono originale,
Frequency è La velocità dell LFO, cioè il numero di volte che alza e abbassa il volume in un secondo

Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    Pietro (sabato, 29 dicembre 2012 16:33)

    Ciao, complimenti per la spiegazione fatta molto bene.
    Ho un problema: registrando mi modifica il tempo, ovvero me ne sono accorto registrando a 75bpm, e riascoltando la registrazione con il metronomo in mano a 75bpm, i 2 tempi non combaciano per niente, ognuno per la sua strada, come se il programma non tenesse il tempo originale, come posso risolvere questo problema? grazie mille.

  • #2

    Centrifugal Juicer (sabato, 13 aprile 2013 23:07)

    This article was in fact precisely what I was trying to find!

  • #3

    federica (giovedì, 20 giugno 2013 21:32)

    ciao.. ho un problema...ho unito due tracce audio...fin qui tutto bene, peccato che le voci della traccia che aggiungo per seconda cambiano...non so come fare! è la prima volta che mi capita e non ho fatto nulla di diversa dal solito! grazie..

  • #4

    robindeluca, (venerdì, 21 giugno 2013 16:36)

    mi spieghi che intendi per cambiano, di tempo di tonalità o altro?

  • #5

    Marco (martedì, 17 settembre 2013 11:47)

    Link

  • #6

    Marco (martedì, 17 settembre 2013 11:51)

    Buongiorno, ho un problema ho effettuato una registrazione audio, ma c'era la radio accesa e la conversazione si sente poco o non si capisce bene. E' possibile togliere la musica della radio che spesso è piu' alta delle voci ed amplificare le voci che spesso sono poco udibili? Grazie mille.

  • #7

    robindeluca (mercoledì, 18 settembre 2013 16:18)

    x Marco, il problema puoi risolverlo con elimina rumore,
    Rimozione rumore

    Questo effetto e ideale per rumori di fondo costanti come per esempio quelli provenienti da registrazioni su nastro, ronzii, ecc..
    La rimozione del rumore e un processo e diviso in due tappe.

    1 selezionare una parte del rumore che avete intenzione di eliminare. Poi andate su Effetti- rimozione rumore e dai profilo a rumore.
    Audacity memorizza il suono che volete eliminare, in modo da riconosce che cosa filtrare.

    2 selezionate tutta la parte audio da cui desiderate rimuovere il rumore, tornate su effetti - rimozione rumore e scegliete quanto rimozione applicare.
    Potete ascoltare un anteprima e se il risultato e quello che cercavate cliccate su rimuovi il rumore
    e il gioco e fatto.

    Bisognerà attendere qualche istante prima che l' operazione finisca.
    La rimozione del rumore provoca solitamente una certa distorsione al suono originale.
    Ciò e normale e non c' è niente che si possa fare per evitarlo.
    Con rumori forti o variabili si avranno pessimo risultati.
    da notare che se metterete troppa riduzione di rumore avrete quasi sicuramente una distorsione udibile.
    Provate a campionare come rumore la parte musicale stessa, selezionate poca riduzione di rumore ed avrete un effetto che potrebbe essere interessante

  • #8

    charley (sabato, 26 ottobre 2013 19:02)

    ciao, ho un problema che non so come risolvere. mi e comparsa una linettablu sul vumeter del segnale di ingresso che mi blocca il segnale a 0,5 e anche sullo spettro sotto la fascia si ferma a 0,5. come posso togliere questo limite?? p.s. ho la stessa linea anche sl vmeter di uscita che mi blocca a 0.6

  • #9

    vincenzo (sabato, 19 luglio 2014 17:49)

    ciao

    quando metto l'effetto voce a volume anche moderato la voce viene male e distorce anche il pianoforte. non posso togliere tutto l'effetto voce, e come comunque posso risolvere il problema??

  • #10

    ylenia (giovedì, 02 ottobre 2014 15:57)

    ciao,il mio problema è questo:ho registrato la prima parte di una canzone sulla base.ora registrando il secondo pezzo e riascoltando,sento che quando parte il secondo segmento di voce la base aumenta di volume.come devo fare?grazie

  • #11

    Laura (venerdì, 12 febbraio 2016 19:04)

    Ciao, ho un problema, premetto di essere molto inesperta, quel che vorrei sapere: è possibile in qualche modo far risaltare una voce di fondo abbassando quella principale? Grazie mille

Contatore utenti connessi
aiutami a crescere clicca su----> la mia pagina di----->
sito amico----->